Un giorno da influencer

by matteo / 14 Dicembre 2017 /In Blog / No comments

Un giorno da influencer

Sono stato scelto dalla Saal-digital come tester per provare un loro prodotto. Si tratta di utilizzare un codice di sconto che mi è stato fornito, ordinare una stampa su tela e poi raccontare sui social e sul mio sito come è andata. Come professionista della comunicazione e del rapporto delle aziende con le persone sono sempre molto incuriosito quando vedo un’azienda esporsi in questo modo. Dovete sapere che è sempre un’arma a doppio taglio che può portare conseguenze positive e negative.

Per prima cosa viene fatta una selezione, gli esclusi quindi possono sentirsi “traditi” e attuare delle azioni negative come recensire negativamente la pagina. Altri potrebbero ricevere la stampa, aver frainteso la proposta di Saal-digital e trovare il prodotto non in linea con le loro aspettative.

Prima di iniziare

Non mi limitato a recensire la semplice stampa ma l’esperienza totale. Ormai non ha più senso parlare di prodotto, visto che le persone valutano quello che facciamo in base alla totalità dell’esperienza che hanno vissuto con noi. Basta qualcosa che non va e da bravi diventiamo subito bravini, se non addirittura mediocri. Come puoi leggere dopo ho spulciato tutto il mio ordine, cercando luci e ombre. Questa recensione è quindi il risultato finale di qualcosa che ho veramente vissuto e non è legata al semplice “regalo” di cui parlare per forza bene.

Da questo articolo potrete prendere ispirazione per il vostro modo di relazionarvi con i clienti, stando attenti anche ai piccoli particolari.

L’ordine

Neanche a dirlo la prima cosa che mi ha incuriosito è il sito. Ci sono molte aziende sul mercato che vendono lo stesso prodotto e permettono alle persone di vedere un’anteprima di ciò che andranno a comperare. In passato però avevo sempre notato come venisse dato per scontato che parte della foto fosse piegata intorno all’intelaiatura. Immaginatevi la delusione di chi ordina una foto e vede che alcuni particolari sono stati sacrificati sul bordo. Mandi una foto della tua ragazza pensando di fare un bel regalo di Natale e parte della sua fronte è piegata, facendole assumere un’espressione strana. Tragedia.

Pensa il mio giubilo quando ho potuto evitare di scaricare un software aggiuntivo ma ho potuto ordinare direttamente online. Rimane comunque una scelta comoda e intelligente scaricare il programma se fai spesso uso di stampe (anche non solo su tela) o vuoi qualche opzione in più.

Quelle rosse sono le righe di cui parlavo prima. In questo modo è facile capire quali parti della foto vengono “sacrificate” a favore del montaggio. Da comunicatore digitale, in università ho studiato per fare da tramite tra chi le cose le progetta e chi le usa, ho assolutamente apprezzato questa cosa.

Vedi? E’ molto semplice capire se la stampa finale rovinerà la tua foto o no e quindi correggere il tiro.

La foto

Ho scelto una foto che mi piacesse avere in casa e che non fosse troppo facile da stampare. Volevo mettere in difficoltà la stampa su tela, dopo aver provato negli scorsi anni prodotti simili e aver notato mancanza di contrasto e colori un troppo slavati.

La foto in questione porta alcune difficoltà: per rimanere ben visibili e stagliasi sullo sfondo le montagne devono avere abbastanza contrasto. Il cielo, con le sue parti bianche e grigie dovute alle nuvole, puoò risultare impastato e poco definito. Il soggetto, Claudia in versione apri pista delle dolomiti, ha uno zaino rosso che doveva rimanere rosso. Non bluastro, non viola. Rosso.

La spedizione

Senza dilungarmi di più ti racconto come è andata. Ho ricevuto la mia stampa pochi giorni dopo, come promesso durante l’acquisto. Da subito il pacco mi è sembrato troppo voluminoso e ho iniziato a dubitare. Aperto lo scatolone ho fatto una piacevole scoperta: lo spessore maggiore era dato da alcuni cartoni, ricoperti di plastica, che proteggevano la stampa. Il pacco, con il senno di poi, poteva essere aperto in tutta sicurezza e senza l’attenzione di un chirurgo. Due anni fa, sempre con un prodotto simile acquistato online, non abbiamo rotto la tela per poco. Chi vorrebbe avere la lama di un taglierino vicino alla propria stampa?
Compreso nel pacco trovi anche un set di angoli che, come penso, fanno rimanere l’intelaiatura in tensione e dritta. Immagina una foto in casa: d’estate c’è caldo, d’inverno il freddo. Senza questo accorgimento dopo un anno ha la forma di un rombo.

Il risultato finale

Non voglio che questa recensione possa sembrare falsa e portare a dire: “bella fatica dire che un prodotto è buono se te lo regalano”. Come vedrai tra poche righe ho fatto in modo da testare tutte le aree dell’azienda, compreso l’assistenza clienti.

La stampa è ottima. Ho scattato un particolare della tela dove puoi vedere come le montagne siano ben contrastate, lo zaino del suo colore e i colori non impastati. Ogni dettaglio è corretto per farmi rivivere quel momento in cui, dopo una discesa ripida, ci siamo trovati davanti lo splendido Lago Lagazuoi.

 

In queste foto puoi vedere come le puntine siano state messe bene e il taglio della tela preciso. Una puntina storta o la tela sfilacciata possono far durare meno la stampa, aiutando le rotture.

Assistenza clienti

Quando due anni fa avevo deciso di regalare per Natale la stampa di una foto su tela ero stato costretto a fare un acquisto alla cieca perché l’assistenza clienti era stata totalmente assente. Non è facile per un’azienda trovare le risorse necessarie per rispondere a e-mail banali o per rimanere in contatto con i clienti; ma chi si affiderebbe a un perfetto sconosciuto? Io stesso mi “obbligo” a ritagliarmi spazi di tempo tra una corsa e l’altra per rispondere a tutte le e-mail che mi arrivano e non far calare la fiducia nelle persone.

Nel mio caso ho pensato: se siete un’azienda seria allora rispondete velocemente. In realtà ho provato l’assistenza clienti molto più di quanto avrei voluto. Il lavoro mi ha assorbito e mi sono perso via. Convinto fossero passati dieci giorni, invece erano 40 o più, non avevo mai stampato questa foto. L’assistenza mi ha scritto e, motivando la loro mail in modo coerente e diretto, mi ha invitato ad usufruire della possibilità che mi era stata offerta. Spesso parlo di come relazionarsi ai clienti quando avviene un possibile disguido, se non addirittura un probabile conflitto, invitando ad argomentare ogni risposta. Nella mail che ho ricevuto venivano messe in pratica queste regole. Bravi.

Comments 0

Lascia un commento

CHIUDI
CLOSE