Perchè il sito è diverso da Facebook

Visto che in questo articolo vi ho parlato delle differenza tra Facebook e il sito web, dal punto di vista del sito, adesso partiamo dal contrario: perché se ho il sito dovrei aprire anche una pagina Facebook?
Impostando il confronto come nell’articolo precedente rischiavo di creare due testi quasi simili e poco utili, quindi stavolta non ci saranno auto o moto.

Per prima cosa non dovete pensare  a Facebook come una semplice piattaforma informatica che ci permette di postare testi, immagini o altro in modo che siano visibili ai nostri contatti. Per questo basterebbe il sito web e un sms per dire “Ehy! Novità sul blog!”.

Sui social si condivide. Rendiamo partecipi gli altri di quello che stiamo facendo, di quello che sappiamo oppure, come nel mio caso, di entrambi. Tutto questo perché ci fa piacere farlo, nel momento in cui diventa finto o con un doppio fine diventiamo meno credibili e allontaniamo chi ci segue.

Ora dovreste farvi una domanda: non posso usare il sito allo stesso modo in cui uso Facebook?
La risposta è: NO. Un fatto che accomuna grandi e piccole attività è che le persone online frequentano sopratutto i social, su questi si informano, vedono i vostri link e visitano al sito web. Il contrario difficilmente avviene. Già questo basterebbe a farvi capire che la differenza tra sito e social la fanno le persone e il loro comportamento davanti al pc.

Piazza e non vetrina

Dovendo dare una definizione dei due facendo una metafora potremmo dire che il sito è un negozio con una vetrina, gli scaffali, le promozioni appese qua e la. Possiamo decidere noi come disporre le cose e per quanto. Facebook invece è una piazza: ci siamo noi, ci sono altre persone, ci sono soprattutto delle dinamiche tra queste persone alle quali noi possiamo partecipare, osservare e difficilmente cambiare.

E’ normale entrare in un negozio e aspettarci che qualcuno ci voglia vendere qualcosa. Come reagireste se qualcuno volesse proporvi qualcosa mentre vi state godendo un po’ di relax nella vostra piazza preferita? Scommetto che la maggior parte di voi lo scarterebbe con una scusa.

fb_Vs_sito

 

Raccontarsi non vendere

Qui sta la differenza più importante tra sito e Facebook. Anche se il vostro sito può servire per raccontarvi, non a caso i blog aziendali sono lo strumenti più utilizzato e efficace per estendere le potenzialità del sito web, i social e le dinamiche che li animano sono il luogo giusto dove far capire agli altri che siete persone reali con il vostro bagaglio di valori, conoscenze e voglia di mettervi in gioco. Tutto questo si chiama “reputazione online”, non ci vuole un giorno per costruirla ne basta un post ben scritto. Succede proprio come in una piazza: non ci vuole un giorno per conoscere le persone e non basta un discorso con i congiuntivi corretti per far capire a chi parlate che sapete quello che state dicendo. Per iniziare dovete uscire dal vostro negozio e iniziare a chiaccherare.

Sapete cosa succede se fate il meccanico e date buoni consigli? Che chi vi ascolta al bisogno vi farà aggiustare la macchina perché sa che voi lo farete meglio e partirà dai vostri consigli per darvi fiducia.

fb_Vs_sito_2

Comments 0

Lascia un commento