Come nasce il caffè rosso della comunicazione

red coffee

Era da un po’ di tempo che volevo aprire un’attività mia. Qualcosa che fondesse  le esperienze lavorative avute in questi anni e la mia voglia di scoprire sempre cose nuove. Così, conclusi lavori da consegnare e scadenze terminate, mi sono deciso: ho trovato un nome, un logo e sono partito. Red Coffee è nato (o nata? Non ho mai capito bene, ma poco importa, d’ora in poi userò l’articolo la a me più familiare).

Cosa fa Red Coffee?

Red Coffee aiuta le persone a liberarsi dello stress digitale per vivere al meglio l’esperienza di promozione del proprio business, sia online che nella vita lontano dal pc

Mi piacerebbe quindi aiutare le persone a promuoversi, senza che debbano risentire di tutti quegli “stress” che incombono quando devono farsi conoscere da nuovi clienti e non sanno da che parte iniziare. Anche cose semplici possono far scervellare e togliere tantissimo tempo a chi ha già un’attività da portare avanti.

Perchè Red Coffee?

Red Coffee è nata una sera durante la quale cercavo di capire come poter chiamare uno studio che facesse comunicazione sia online che offline. Qualcosa di più semplice come “Matteo Zangrandi comunicazione” non poteva andare perché nella vita faccio anche il fotografo e quindi nome e cognome sono già impegnato qui. Mi sono domandato: cosa  accomuna chi lavora sul pc e chi invece di questi professionisti ha bisogno? La risposta è: il caffè. Piccolo momento di pausa dei lavoratori, ma anche scusa tipicamente italiana per incontrarsi di persona e parlare di progetti e idee. Una volta trovato il soggetto bisognava completare il nome, magari con qualcosa che riconducesse al movimento e alla passione: il colore rosso. Il mio colore preferito. A questo punto non rimaneva che realizzare il logo.

Il logo

Per essere riconosciuta ogni attività ha bisogno di un logo che la rappresenti. Per la Red Coffee volevo fosse un pittogramma che racchiudesse tutto il ragionamento fatto per trovarne il nome. La base di partenza doveva essere quindi una somma di: comunicazione + caffè + rosso. Ho pensato a un segnale wifi (stilizzato), una tazzina di caffè e naturalmente al colore rosso.

base logo red coffee

Tagliando corto sulla ricerca grafica per realizzare il logo finale, ho mischiato questi elementi in uno solo, in modo che la loro fusione creasse un’immagine di senso logico. Il risultato è stato questo:

 

logo red coffee composizione

Ecco come si compone il logo della Red Coffee: il segnale wifi si completa con la tazza creando il “contenuto”, il caffè,  colorato di rosso.

Si parte!

Questa è la storia di come è nato lo studio Red Coffee. Da qui in poi c’è una strada fatta di persone con bellissime idee, progetti portati avanti con passione, di cui vi parlerò più avanti su questo blog.

Se quello che hai letto ti è piaciuto, puoi iscriverti alla Red Letter, la newsletter di questo sito. Non preoccuparti: anche io odio lo spam. Ti scriverò ogni volta che avrò qualcosa di interessante da dire

Comments 0

Lascia un commento